Uno dei trattamenti da eseguirsi per l’igiene e la salute del capello è costituito dal lavaggio dei capelli che è divenuto per l’uomo moderno un’esigenza di primaria importanza, sia per motivi estetici che igienici. Da un punto di vista professionale il lavaggio dei capelli è un trattamento indispensabile per mantenere una sana capigliatura poichè ogni giorno essa è esposta a delle aggressioni naturali che alterano la sua struttura. Queste aggressioni sono causate da fattori naturali: sole, vento, pioggia, oppure da fattori artificiali come: polvere, gas di scarico delle auto, smog… Si aggiungano a tutto ciò anche quei fattori fisiologici come: la seborrea, la forfora, le alterazioni batteriche e fungine della cute che generano fastidioso prurito e conseguente caduta dei capelli. A questi fattori considerati “normali” si aggiunga il danno prodotto da brillantine, dai fissatori, dagli shampoo alcalini che intaccano la cheratina del capello alterando la sua struttura. Poter pensare che con una semplice spazzolata bagnata con acqua si possa ovviare a tali inconvenienti è un’idea assurda, poichè tutte queste impurità non sono facilmente asportabili; diviene pertanto necessario lavare i capelli con la dovuta frequenza e con l’ausilio di prodotti in grado di asportare tutte le impurità presenti sulla cute e sul capello. La chimica affrontando il problema dell’igiene del capello e della cute, ha risolto il problema con la preparazione di un prodotto, lo shampoo. Lo shampoo non è altro che un tensioattivo, cioè una sostanza detergente in grado di emulsionare le molecole d’acqua con le particelle di sporco. Una volta ottenuto questa mescolanza fra sporco ed acqua, ed asportato il tutto, si otterrà una perfetta pulizia della cute e del capello.